In memoria di John


Era ‘8 dicembre 1980 quando Mark Chapman sparò quattro colpi di pistola all’ex leader dei Beatles, a New York. Pochi attimi prima, gli aveva chiesto un autografo. E’ uno dei tanti paradossi di una vita incredibile ed infinita. Terminata a 40 anni ma sempre nell’aria, attuale. Re del pop\rock e ideologo della rivoluzione hippie, forse suo malgrado. Pacifista a oltranza e barricadero della prima ora, baronetto di Sua Regina Elisabetta II e primo distruttore delle convenzioni sociali britanniche, lui ricchissimo, “più famoso di Gesù Cristo” e scandaloso innamorato di una giapponese, Yoko Ono.
Lottava e cantava, anche quando parlava di donne, amore e fantasmi personali come l’adorata madre. Lottava per un mondo migliore. Ci credeva, lo urlava.
Eppure ha perso. Si faceva fotografare nudo, sulla copertina di “Two virgins”, per spezzare tabù e ricordare che l’amore non ha confini. Oggi parlare di sentimenti in epoca di sesso ovunque e comunque è quasi blasfemo.
Restituì sdegnato quel titolo di Sir.Era il vertice sperimentale dei Beatles,insieme a Paul, mai serioso ma sicuramente più coraggioso.
Combatteva contro il Vietnam, sicuramente avrebbe trovato pane per i suoi denti da polemista e anti-conformista anche in questi anni di falsi moralismi e menzogne passate per verità.
Ha perso perché, a 33 anni dalla sua morte, quasi tutti lo ricordano ancora per quel carrozzone di buoni sentimenti e di amore,che si chiama “Imagine”. Ecco, prendete tutti quei “there’s no heaven” o “there’s no countries” o “living life in peace” e urlateli al mondo.Sarà un modo per non dimenticarlo. Lennon era un sognatore, e forse è stata l’unica sua colpa…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...