“Crescerò come mio figlio il clone di John Lennon

Fra fantascienza e follia: il medico che ha comprato il dente dell’ex Beatles vuole proseguire nel suo progetto di “ri-creazione” del musicista.

Ricorderete senz’altro la storia del dentista canadese che ha comprato all’asta un dente di John Lennon con l’intenzione di clonare il grande musicista.

Bene (anzi, male): il dottor Michael Zuk non solo non ha cambiato idea, ma insiste che proseguirà senz’altro nel suo progetto non appena la tecnologia sarà più avanzata di quella al momento disponibile (probabilmente intende dire “più economica”?). La dichiarazione, così come quelle che seguono, proviene da un’intervista rilasciata a Channel 4, all’interno del già citato programma Dead Famous DNA che si è già occupato di Elvis Presley qualche giorno fa.Zuk, proprio nel giorno che segna (oggi) lo scioglimento ufficiale dei Beatles, ha incredibilmente affermato anche che progetta di far vivere il clone che vorrebbe produrre come se fosse suo figlio, che lo manderà a lezione di chitarra e che la sua intenzione è di non farlo avvicinare al mondo delle droghe (anche solo il tabacco sarà da evitare). Se ancora non avete dubbi sulla stabilità mentale del dottore, ecco forse la frase più incredibile dall’intervista: Zuk ipotizza che siccome le leggi su clonazione e sperimentazione sono rigide in alcuni paesi ma non in altri, “il DNA di Lennon, se sufficiente, potrebbe valere milioni ed essere venduto ad altri come se fosse “mercato immobiliare” ma genetico, in pratica”.

Yoko Ono, Julian Lennon e Sean Lennon non hanno commentato in alcun modo le idee del dottor Zuk.

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...